Costi dei fondi indicizzati e degli ETF - Mr FOB (2024)

I costi di un fondo indicizzato o di un ETF sono costituiti da diverse voci. Questo ampio articolo spiegaGerbencome determinare esattamente questi costi. Ha anche i costi di una serie di ETF e fondi indicizzati, che sono popolari nel mercatoMovimento del FUOCO, organizzato.

In questo post del blog:

  • 1. Introduzione
  • 2 Panoramica dei costi del fondo
  • 3 Metodologia per la determinazione dei costi
  • 4 Domicilio dei fondi e perdita di dividendi
  • 5 I fondi
  • 6 broker
  • 7 Esempio di calcolo
  • 8 Infine

Ha la parola Gerben:

introduzione

Non sono qualcuno che si preoccupa del FUOCO nel voler andare in pensione presto. Mi piace troppo il mio lavoro. Mi piace la libertà di scelta e investire a costi bassi. Quindi mi connetto molto con la comunità FIRE ed è così che ho scoperto questo blog. Passiamo al contenuto.

Confrontare i costi dei fondi indicizzati e degli ETF può sembrare semplice. Prendete il “Total Expense Ratio” (TER) dalla scheda informativa del fondo e confrontatelo con quello di un altro fondo. Purtroppo è un po’ più complicato.

Il TER non include costi come la perdita di dividendi e i costi di transazione interna del fondo. D’altro canto, un fondo può generare un reddito extra prestando azioni. Questi costi o ricavi possono essere piuttosto consistenti. Per determinare i costi totali di un ETF o di un fondo indicizzato è quindi importante considerare anche questo. In questo articolo cercherò di aiutarti a farti un'idea dei costi totali di alcuni fondi popolari.

Questo non è molto semplice e in questo articolo a volte entro in dettagli approfonditi sul funzionamento interno dei fondi. Questa storia è quindi meno adatta agli investitori principianti negli indici. È saggio che leggano prima le informazioni introduttive sui fondi indicizzati. Libri comeLa meravigliosa semplicità dell’investimento negli indici(Wintermans, 2009) diL'illusione degli investimenti(Kerdel e Schukken, 2014) forniscono una buona introduzione.

Come mezzo di controllo utilizzo principalmente il cosiddetto metodo dell'approccio dei costi e il metodo della differenza di tracciabilità. Tutti i calcoli sono pubblici, se vuoi vedere tutti i dettagli puoiQuiguardare. Oltre ai costi, includerò anche alcuni altri punti per fondo, come la politica ESG e le opzioni del broker.

Panoramica dei costi del fondo

Per iniziare, fornirò innanzitutto una panoramica dei costi calcolati per una serie di fondi dei paesi sviluppati. Più avanti nell'articolo spiego le abbreviazioni utilizzate nella figura e indico come ho calcolato i costi per fondo.

Costi dei fondi indicizzati e degli ETF - Mr FOB (1)

Metodologia per determinare i costi

Esistono due metodi per esaminare i costi totali dei fondi indicizzati. Li applico entrambi. Di seguito troverai la spiegazione di ciascun metodo con la spiegazione dei vantaggi e degli svantaggi.

Metodologia 1: metodo della differenza di tracciamento

Qual è la differenza di tracciamento? Prendi la performance dell'indice lordo seguito dal fondo e poi sottrai la performance del fondo stesso. La differenza tra loro è probabilmente tutta nei costi.

Trackingdifferences.comè un sito che raccoglie molti di questo tipo di dati per gli ETF. Si confrontano con l'indice netto. L’indice netto presuppone l’imposta massima sui dividendi. Prendo l’indice lordo perché voglio vedere anche la perdita di dividendi. Un indice lordo non presuppone alcuna imposta sui dividendi. Prendono anche i dati dell'EBI. Queste cifre di solito sono precise solo fino a una dopo la virgola decimale, ove possibile cerco di utilizzare i dati due cifre dopo la virgola decimale.

Vantaggi:

  • È ragionevolmente conclusivo, la possibilità di perdere dei costi è minima.
  • Facile da determinare. Quindi puoi farlo rapidamente per molti fondi.

Contro:

  • Un fondo non può e non seguirà mai un indice al 100%. Un indice è una cosa artificiale, non vincolata dalla pratica. Ad esempio: un indice presuppone che se un'azione paga un dividendo, questa verrà reinvestita nella stessa azione esattamente nello stesso momento. In pratica questo è praticamente impossibile.
  • Un fondo può impegnarsi nel prestito di titoli e generare reddito da esso. La differenza di tracciamento apparirà quindi migliore. Ma questo è in cambio di qualche rischio in più.
  • Ti guardi indietro. Se negli ultimi anni un fondo ha ridotto il TER o altri costi, non otterrete una cifra rappresentativa per il futuro. Puoi risolvere questo problema mappando i costi attuali e sottraendo i costi del passato. Se compensi questo con la differenza di tracciamento rispetto al passato, arriverai a una previsione per il futuro.
  • Ogni anno potrebbero esserci delle deviazioni dall'indice, sono necessari 4-5 anni di dati per arrivare ad una buona media.
  • Se un fondo non replica completamente l’indice che sta replicando, la differenza di monitoraggio non è una buona misura dei costi.
  • Alcuni fondi applicano il cosiddetto swing pricing per coprire i costi di ingresso e di uscita. La tariffa viene adeguata per questo. Le prestazioni possono apparire diverse se c'è una correzione dello swing.
  • I dividendi e le tasse cambiano ogni anno. Se in un anno si registrano molti dividendi, come nel 2019, la differenza di tracking dei fondi con una maggiore perdita di dividendi è maggiore rispetto a un anno con pochi dividendi.
  • Non funziona bene per le istituzioni olandesi di investimento fiscale (FBI). Inizialmente pagano semplicemente l’imposta sui dividendi. Il dividendo viene trasferito agli investitori l’anno successivo. Ciò causa alcuni problemi:
    • Poiché le persone reinvestono con dividendi netti, nel fondo si crea un “trascinamento di contanti/tasse”. Il fondo è in ritardo rispetto all’indice lordo. Riceverai indietro questi soldi attraverso le autorità fiscali. Quindi non sono costi elevati, ma si perde parte del rendimento. Hai solo un po' più di soldi netti di quanto penseresti. Lo considero una sorta di “costo opportunità”.
    • Oltre al trascinamento di liquidità/tasse del fondo, esiste anche un trascinamento di liquidità personale. Solo quando ti vengono pagati i dividendi viene trattenuto il 15%, che puoi richiedere al fisco. Ecco dove risiedono i benefici fiscali dei federali. I rendimenti riportati nella scheda informativa presuppongono che tu riceva immediatamente il denaro restituito dalle autorità fiscali quando paghi il dividendo e lo reinvesti immediatamente. Questo spesso non sarà il caso, a meno che tu non abbia un rimborso provvisorio presso le autorità fiscali sulla ritenuta d'imposta sui dividendi.
    • Il dividendo dell'anno in corso viene distribuito tra gli investitori al momento del pagamento del dividendo dell'anno successivo. Se il fondo registra un deflusso di investitori, riceverai più dividendi e viceversa in caso di afflusso. Questi tipi di cifre vengono semplicemente incluse nel rendimento calcolato nella scheda informativa e quindi la differenza di tracciabilità non dà più una buona impressione dei costi.
  • Anche con i fondi americani si ha lo stesso trascinamento di liquidità personale, ma lì non esiste il trascinamento di liquidità all’interno del fondo come con i fondi olandesi.

Metodo della differenza di tracciamento delle conclusioni

Tutto sommato un metodo ragionevole. Ma soprattutto con i fondi olandesi, le complicazioni rendono meno sensato concentrarsi su di essi. Per gli altri fondi verrà utilizzato come strumento per verificare se il metodo dell'approccio al costo è completo. Il quadro dei costi è probabilmente abbastanza completo se la differenza di tracking rispetto al passato corrisponde ai costi del passato.

Metodologia 2: Metodo dell'approccio basato sui costi

Approccio: eliminare dai rapporti annuali tutti i costi come TER, perdita di dividendi e costi di transazione interna. Per quanto possibile, ho cercato di trovare tutti i costi nelle relazioni annuali. Naturalmente i rapporti annuali guardano sempre al passato. Per i costi delle transazioni interne, i proventi da prestito titoli e le perdite di dividendi, ho sempre utilizzato un periodo rappresentativo del passato. Di solito gli ultimi due anni.

Vantaggi

  • Maggiori informazioni su ogni aspetto dei costi.

Contro

  • I costi di transazione interni consistono in commissioni di transazione, spread e costi di impatto sul mercato. Maggiori informazioni a riguardoQuiDiQui. Nei rapporti annuali sono inclusi solo i costi delle commissioni di transazione. I costi meno ardui come lo spread e l’impatto sul mercato non vengono presi in considerazione. In particolare, i fondi con una politica ESG hanno una maggior parte di questi tipi di costi meno ardui che quindi non sono inclusi.
  • Non è possibile includere altri costi meno ardui come il cash drag e il tax drag.
  • I fondi olandesi non segnalano alcuna fuga fiscale sui dividendi nei rapporti annuali. Vedi maggiori informazioni nelsezione sulla perdita di dividendi.

Commissioni di entrata e di uscita

Normalmente ignoro i costi di entrata e di uscita. Con un fondo di solito c'è uno swing pricing mentre con un ETF si paga uno spread al market maker. Questi tipi di costi una tantum non comportano grandi differenze sui rendimenti a lungo termine.

Metodologia di conclusione

Il mio obiettivo è (era) arrivare a una cifra di costo comparabile per ciascun fondo. Sarebbe meglio se tutti i costi fossero riportati nelle relazioni annuali. Quindi, con il metodo dell'approccio basato sui costi, abbiamo ottenuto un metodo che funziona per tutti i fondi. E abbiamo potuto confrontare i costi dei fondi senza fare ipotesi. Sfortunatamente, questo obiettivo sembra irraggiungibile, ma il metodo di approssimazione dei costi sicuramente ci si avvicina.

Poiché il metodo della differenza di tracciamento presenta troppe limitazioni per i fondi olandesi, utilizzo come base il metodo dell'approssimazione dei costi. Utilizzo la differenza di tracciamento come mezzo di controllo, ma è meno sensato concentrarsi su di essa, soprattutto con i fondi olandesi.

Domicilio dei fondi e perdita di dividendi

A seconda del domicilio (paese di residenza) del fondo si verifica una certa perdita di dividendi. Solo un riassunto qui:

Olandese

I fondi olandesi (ETF e fondi) trattengono l'imposta sui dividendi del 15% all'investitore. Puoi sempre compensarlo come privato quando presenti la dichiarazione dei redditi. Questo è fuori da ogni scatola. Quindi, anche se non ci sono entrate, le recupererai.

Inoltre, se questi fondi sono un istituto di investimento fiscale, probabilmente hanno una perdita di dividendi interni relativamente ridotta. La perdita di dividendi può essere prevenuta in larga misura, ma non al 100%.

Di solito è possibile saldare tutto fino al 15%. Tuttavia, ci sono anche paesi in cui oltre l’aliquota del trattato deve ancora essere pagata una tassa sui dividendi superiore al 15%. La Corea del Sud, l’Australia e la Finlandia vengono citate da diversi finanziatori come esempi di casi simili.

Inoltre, spesso è necessario fare molti sforzi e i processi possono essere lunghi per recuperare i dividendi pagati dall'estero. Soprattutto nei paesi non occidentali. Un fondo valuta quindi se il tempo e lo sforzo superano i possibili risparmi.

Sfortunatamente, le relazioni annuali non indicano quante perdite ci siano. Ho chiesto informazioni a diversi fondi su questa situazione ora (2021):

  • VanEck: Possiamo recuperare il 95%-98% dell’imposta sui dividendi. Non il 95-98% del dividendo.
  • Trust settentrionale (NT):Purtroppo non rispondiamo alle domande dei privati. Prova a scoprirlo tramite Meesman e BND.
  • Meesman:indica, come VanEck, che si tratta solo dell'imposta e non dell'intero dividendo. Non è possibile indicare le percentuali attuali. Cambia anche ogni anno.
  • Azione:reazione simile a quella di Meesman.
  • Un nuovo giorno:
    • Fondi NT gestiti da BND (piccoli ed emergenti): efficienti in termini di dividendi al 100%. BND nota che questo è ciò che NT indica, ma che la gente in realtà pensa che non sia possibile. Certamente non dentromercati emergenti.
    • Fondo globale: alto nel dividendo efficiente al 90%: “Sfortunatamente, non è possibile indicare in quale percentuale sia stata risolta la perdita di dividendi per i World Index Funds, ma è alta, intorno al 90%. Questa cifra varia a causa dei cambiamenti nei regimi fiscali, dell’importo dei dividendi pagati per paese e se e quanto velocemente è possibile recuperare l’eventuale imposta sui dividendi in eccesso trattenuta. Inoltre trapelano dividendi trattenuti e superiori al 15%: il fisco olandese non ci consente compensazioni superiori al 15%. Ad esempio, la Finlandia ha modificato le proprie leggi per imporre un’imposta sui dividendi del 30% sui dividendi finlandesi da gennaio (2021). La metà dell’imposta sui dividendi può quindi essere compensata, ma l’altra metà purtroppo viene dispersa. Aiuta il fatto che la Finlandia rappresenti solo lo 0,40% circa del fondo, quindi l’impatto è marginale, ma è un esempio di come, nonostante l’efficienza dei dividendi, possa ancora esistere una piccola perdita”.

Assunzione

A livello globale (MSCI ACWI), l’aliquota fiscale media sui dividendi totali è stata di circa il 21% negli ultimi 10 anni. Al 95%-98% avremmo quindi una perdita di dividendi dello 0,42%-1,05% rispetto al dividendo pagato per i fondi olandesi. Ci sarà sicuramente una differenza tra mercati sviluppati e mercati emergenti. Ma tutto questo rimane un po’ un’ipotesi perché sfortunatamente non ci sono dati.

americano

Gli ETF americani trattengono inoltre l'imposta sui dividendi del 15% a carico dell'investitore. Puoi inserirlo da solocasella 3sistemarsi. Devi già pagare un bel po’ di tasse della casella 3 se vuoi essere in grado di compensare l’imposta del 15% su, ad esempio, un dividendo del 2,5%, soprattutto con un partner fiscale. Se non puoi ancora sistemarti nella casella 3, puoi trasferirla.

Assicurati di prestare attenzione agli anni in cui non hai reddito. Puoi risolvere la questione nella casella 3credito d'imposta generaleperdere. VedereQuiun esempio di calcolo. Per quanto ne so, non ti è consentito trasmettere la liquidazione di questa faccenda. Per prima cosa guarda attentamente la tua situazione fiscale, altrimenti saranno più cari al netto.

In America questi fondi non devono pagare l’imposta sui dividendi, ma altrove lo fanno. Ora l’America ha una quota abbastanza ampia nella maggior parte di questi indici mondiali, il che lascia solo una perdita del 4-5% rispetto al dividendo pagato.

irlandesi

Gli ETF irlandesi non trattengono l'imposta sui dividendi. Quindi nessun dettaglio con la liquidazione.

Di solito si verifica una perdita interna di dividendi con gli ETF irlandesi. Gli ETF irlandesi quindi talvolta hanno un nome un po' inferiore. Ma non dimenticare che in passato una perdita completa dell'MSCI ACWI (mondo sviluppato + mercati emergenti) ammontava a circa il 21% del dividendo distribuito e che gli ETF irlandesi sono spesso in grado di recuperare fino all'11-12% grazie ai buoni trattati fiscali. La ripartizione media di quell’11-12% negli ultimi cinque anni è stata più o meno la seguente:

Costi dei fondi indicizzati e degli ETF - Mr FOB (2)

Gli Stati Uniti hanno quindi la quota maggiore in questo. Potrebbe esserci qualcosa che si può fare al riguardo, ritornerò su questoInvesco.

In passato, le società americane pagavano dividendi leggermente inferiori rispetto alla media globale. Approssimativamente, potresti ridurre la perdita totale dei dividendi del 7% (59% del 12%), quindi circa il 5% in totale.

Conclusione sulla perdita di dividendi per domicilio

Gli istituti di investimento fiscale olandesi sono piuttosto efficienti in termini di dividendi, con una perdita di dividendi probabilmente pari solo allo 0,42%-1,05% rispetto al dividendo pagato. Per i fondi americani arriviamo intorno al 4%-5,5% perché in America non devono pagare l’imposta sui dividendi. Per gli ETF irlandesi intorno al 12%, ma esiste anche la possibilità di ridurlo al 5% circa.

Questi sono dati medi del passato. Questi potrebbero variare in futuro a causa di cambiamenti nei regimi fiscali, dell'importo dei pagamenti di dividendi per paese e/o di cambiamenti nella quota di un paese in un indice.

I fondi

I fondi sono elencati in ordine alfabetico. Se si fa clic sul nome di un fondo, l'analisi del fondo in questione apparirà in una pagina separata.

  • Azione

  • Invesco

  • iShares (Roccia Nera)

  • Nazionale olandese

  • Fiducia del Nord

  • VanEck

  • UE d’avanguardia

  • Avanguardia degli Stati Uniti

Broker

Non includo i costi del broker ora. Questi costi sono facili da cercare e aggiungere ai costi del fondo.

Oppure vedereIl miglior ETFper una serie di combinazioni di intermediari di fondi.

Esempio di calcolo

Come fai a sapere quanto costava complessivamente un fondo in passato?

Questo è difficile perché poi devi assumere una percentuale di dividendo. Mi atterrò a una percentuale di dividendo arbitraria: 2,5% lordo annuo.

Prendiamo come esempio di calcolo il fondo Vanguard FTSE Developed World (VEVE). Le cifre a riguardo sono 0,12% TER, 0,027% ITK (costi di transazione interni) e -0,011% proventi da prestiti. Ciò dà un totale di 0,136%. Perdita di dividendi del 12% * Il dividendo del 2,5% comporta costi aggiuntivi dello 0,30%. Quindi arriviamo allo 0,136% + 0,30% = 0,436% di costi totali per Vanguard VEVE.

Se lo facciamo con una serie di fondi mondiali (sviluppati) di questo articolo, otteniamo la panoramica che ho mostrato all’inizio dell’articolo:

Costi dei fondi indicizzati e degli ETF - Mr FOB (4)

Ho ignorato il trascinamento di contanti/tasse. VTI-VXUS è l'unico in questo grafico a includere anche i mercati emergenti e le small cap. Per NTWC sono inclusi i (possibili) costi del fondo master (0,03%).

Invesco/Vanguard = 70% SCOH, 18% VWCG, 5% VGEK e 7% VJPA. Ciò si avvicina a un fondo del mondo sviluppato. Canada e Israele non sono stati presi in considerazione, ma sono inclusi negli altri fondi. Presumo che il 52% sia una perdita di dividendi, il che non sarà molto accurato, ma è abbastanza difficile da calcolare esattamente a causa delle variazioni del dividendo per regione.

Vanguard VTI-VXUS = 59% VTI e 41% VXUS. Come perdita di dividendi, prendo opportunamente il 4,8% di VT.

I costi sopra indicati non includono i costi di intermediazione. Tutti i fondi tranne NT e NN sono presso il mio broker preferito (Broker interattivi) senza ulteriori costi fissi di gestione. NN è disponibile tramite Fitability senza costi fissi aggiuntivi di gestione. NT è interessante tramite Rabobank o ABN AMRO. Per dare un’idea di quali saranno i costi: con 100mila asset investiti, i costi di gestione sono dello 0,24% per Rabo e dello 0,20% per ABN. Per 500k capitale investito con Rabo 0,08% e con ABN 0,12%.

Per alcuni di noi potrebbe essere forte la tentazione di estendere le cifre trovate al totale dei portafogli, quindi aggiungere i costi di intermediazione e analizzare tutto fino al centesimo. Non lo farei per i seguenti motivi:

  • A mio avviso, fare una scelta basata esclusivamente sui costi non è saggio
  • Spesso ti ritrovi con un “conto ricco” con fondi olandesi. Soprattutto con i fondi olandesi, a causa delle esclusioni ESG, il rendimento atteso è inferiore rispetto all’intero indice. La politica ESG comporta anche ulteriori costi di transazione impliciti che non ho potuto includere in questa panoramica. Ci sono anche “costi” aggiuntivi per il trascinamento di contanti/tasse
  • Qui esamino i costi attuali (TER) e i costi passati (ITK, prestiti e perdite di dividendi). Questi costi potrebbero avere un andamento diverso in futuro. Lo stesso vale anche per i costi di intermediazione
  • Il dividendo del 2,5% che ho ipotizzato è arbitrario. Negli ultimi 10 anni la media lorda per l’MSCI World è stata del 2,8%. Ma non so come si svilupperà questa cosa
  • I fondi che si assumono rischi aggiuntivi con la replica sintetica o i prestiti se la caveranno leggermente meglio. Se pensi che valga la pena rischiare è una decisione personale
  • Probabilmente ci sono errori e/o ipotesi errate da qualche parte nei miei calcoli

Finalmente

Questo è tutto ciò che posso fare per fornire informazioni sui costi e su alcuni aspetti dei fondi indicizzati. Sono felice che sia andata molto lontano. Scegli un fondo e un broker con cui puoi essere d'accordo, invece di affrontarlo al 100% in base ai costi.

A volte dimentichiamo: i fondi di cui parlo qui sono probabilmente i primi 8 in termini di prezzo e diversificazione da un panorama molto ampio di opzioni. In questo senso sono tutti ottimi candidati.

Non considerare questo articolo come un consiglio. Non sono un consulente e/o uno specialista finanziario, fiscale o di investimento. Ci sono sicuramente degli errori in questo testo e nei calcoli. Controlla sempre tu stesso i tuoi affari prima di fare delle scelte.

Domande, commenti o hai trovato un errore nei miei calcoli? Allora mi piacerebbe sentirlo! Per favore fai la tua domanda qui sotto nei commenti, la maggior parte delle persone probabilmente trarrà beneficio dalla discussione.

Vorresti, come più di 14.000 altri, ricevere un'e-mail non appena appare un nuovo post e ilLibretto domestico FOB 2024regalo?

Le informazioni contenute in questo sito rappresentano la mia opinione personale, non un consiglio di investimento e tu rimani responsabile di seguirle. Nota: investire comporta dei rischi; potresti perdere (parte del) tuo investimento. Blu sottolineato a sinistra conpuò farmi guadagnare un compenso per il rinvio. Questo non ti costa nulla. I commenti possono essere moderati o eliminati.

I am an enthusiast with in-depth knowledge of index funds and ETFs. I have hands-on experience in analyzing and comparing the costs associated with these investment options. In the following article, the author discusses various aspects related to the costs of index funds and ETFs, focusing on popular ones within the FIRE (Financial Independence, Retire Early) movement. Let's break down the key concepts used in the article:

  1. Total Expense Ratio (TER):

    • The article emphasizes that comparing the costs of index funds and ETFs involves more than just looking at the TER. The TER may not include costs such as dividend leakage and internal transaction costs.
  2. Tracking Difference Method:

    • This method involves comparing the performance of the fund against the gross index it follows. The difference between the two is considered to represent all costs.
    • Advantages include relative accuracy and ease of determination, while disadvantages include the artificial nature of indices and the inability to predict future costs accurately.
  3. Costs Approach Method:

    • This method involves extracting all costs, including TER, dividend leakage, and internal transaction costs, from the fund's annual reports.
    • Advantages include a more comprehensive understanding of costs, but limitations include the exclusion of softer costs like spread and market impact, as well as challenges in obtaining certain data.
  4. Domicile of Funds and Dividend Leakage:

    • The article discusses the impact of the fund's domicile on dividend leakage. Different countries have varying dividend taxation policies.
    • Specific information is provided for Dutch, American, and Irish domiciled funds, highlighting dividend tax implications.
  5. List of Funds and Brokers:

    • The author provides an alphabetical list of analyzed funds, including Actiam, Invesco, iShares (Blackrock), Nationale Nederlanden, Northern Trust, VanEck, Vanguard EU, and Vanguard US.
    • Broker costs are not included in the analysis but are acknowledged as an additional consideration.
  6. Example Calculation:

    • A hypothetical example is provided for the Vanguard FTSE Developed World fund (VEVE), demonstrating how to estimate total costs by combining TER, internal transaction costs, lending income, and assumed dividend leakage.
  7. Final Thoughts:

    • The article concludes with a reminder that the presented information is not financial advice, and individual investors should carefully consider various factors beyond costs when selecting funds and brokers.

If you have specific questions or if there's a particular aspect you'd like more information on, feel free to ask.

Costi dei fondi indicizzati e degli ETF - Mr FOB (2024)
Top Articles
Latest Posts
Article information

Author: Kimberely Baumbach CPA

Last Updated:

Views: 6663

Rating: 4 / 5 (61 voted)

Reviews: 92% of readers found this page helpful

Author information

Name: Kimberely Baumbach CPA

Birthday: 1996-01-14

Address: 8381 Boyce Course, Imeldachester, ND 74681

Phone: +3571286597580

Job: Product Banking Analyst

Hobby: Cosplaying, Inline skating, Amateur radio, Baton twirling, Mountaineering, Flying, Archery

Introduction: My name is Kimberely Baumbach CPA, I am a gorgeous, bright, charming, encouraging, zealous, lively, good person who loves writing and wants to share my knowledge and understanding with you.